Sonno

Sonno

Sonno: come dormire bene influisce sulla quotidianità

In genere, si tende a comprendere quanto dormire bene risulti tanto importante quanto difficile, solo nel momento stesso in cui si riscontrano difficoltà. Il sonno è infatti un meccanismo naturale delicato e ancora a tratti nebuloso, sovente oggetto di squilibri più o meno importanti, ma pur sempre determinati da fattori di carattere organico, psicologico o ambientale: tuttavia costituisce per qualsivoglia essere vivente, un momento di rigenerazione e di pausa, sia fisica che mentale, di fondamentale importanza. Durante il sonno, i ritmi biologici tendono a rallentare, l'organismo inizia a recuperare le energie investite nel corso della giornata e il cervello riduce al minimo le proprie attività, dedicandosi alla rielaborazione delle esperienze vissute durante la veglia.

Volendo entrare più nel dettaglio, durante il sonno, il corpo riduce spontaneamente le proprie funzioni fisiologiche: si riduce progressivamente la temperatura corporea, il metabolismo tende a rallentare, si stabilizza la pressione sanguigna e i tessuti danno il via alla propria rigenerazione. Dormire bene e per un numero di ore sufficienti, permette di restituire nuovo vigore anche alla memoria, contribuendo a migliorare al contempo anche la lucidità e i livelli di attenzione.

E se di fatto è vero che concedersi una piccola “pennichella” durante la giornata, può rappresentare un valido aiuto per ricaricarsi, è altrettanto necessario dormire bene anche durate la notte: l’organismo umano è infatti “programmato” per dormire nelle ore notturne, seguendo il cosiddetto ciclo circadiano. 

Cosa provoca la mancanza di sonno

Tuttavia “non ho sonno” è una frase ricorrente che, un pò come un mantra, risiede nella testa di chi fatica ad addormentarsi in maniera ricorrente, svegliandosi la mattina successiva, stanco e particolarmente spossato: un disturbo piuttosto frequente e in genere determinato dalla frenesia tipica della vita quotidiana e dalle tensioni accumulate giornalmente. Ecco che si manifesta l’insonnia, un disturbo del sonno che non solo provoca nervosismo e stress, ma che se trascurato, può determinare un disagio non indifferente.

Insonnia cause: l’importanza di conoscerle per porvi rimedio

L’insonnia, e più in generale i disturbi del sonno, sono generalmente riconducibili a fattori di carattere psicologico, ormonale (come nel caso dell’insonnia in gravidanza) o ansiogeno, senza tralasciare le eventuali patologie mediche, così come lo stress. Esami quali la polisonnografia, possono rivelare con precisione quelle che possono essere le cause scatenanti che pregiudicano la qualità del sonno: è proprio per questo che appare basilare, in presenza di insonnia, rivolgersi a un professionista al fine di porre rimedio al disturbo, riconquistando la propria normalità.

Principali rimedi insonnia

Insonnia rimedi: quali sono dunque i principali? E-Medicina sceglie di focalizzare la propria attenzione anche sui disturbi del sonno, introducendo contenuti informativi precisi, accurati e approfonditi, relativi alla gestione dell’insonnia, a prescindere da quelli che ne sono i fattori scatenanti. Avere sempre sonno rappresenta un disagio che può senza alcun dubbio influire negativamente sulla routine quotidiana: capire il problema e praticare la cosiddetta igiene del sonno, può invece fare la differenza, riducendo le difficoltà ad addormentarsi. Dormire bene è importante, non solo per preservare il benessere e la salute dell’organismo, ma anche e soprattutto per migliorare le proprie prestazioni, così come il tono dell’umore, riducendo la stanchezza e la sonnolenza che tende di contro a sopraggiungere durante la giornata, in presenza di insonnia.

In Italia ad oggi, sono circa 9 milioni i soggetti colpiti da disturbi cronici del sonno. Di questi, il 45% lamenta un'insonnia acuta o semplicemente transitoria: tutto questo rappresenta una problematica di certo non indifferente poiché come sottolineato, l’insonnia, a seguito di una “notte in bianco”, può comportare sonnolenza, deficit di attenzione e memoria, ansia, disturbi dell’umore e stanchezza cronica. L’insonnia cronica può altresì dare origine a vere e proprie patologie, spesso di severa entità: basti pensare al diabete, l’obesità e l’ipercolesterolemia, oltre ai disturbi di natura cardiocircolatoria, quali ictus e infarto. Diviene fondamentale riconoscere il problema, identificarne tempestivamente le cause e “correre ai ripari”, sempre con l’aiuto di un professionista.

Melatonina

La melatonina è un ormone prodotto naturalmente dall’organismo, nello specifico dalla ghiandola pineale o epifisi,  fondamentale poiché permette di assecondarne il ritmo

Malattia del sonno

La malattia del sonno, conosciuta anche come tripanosomiasi africana è una patologia di carattere infettivo tipica delle aree equatoriali dell’Africa. Causata da un parassita, la

Pagina 1 di 1